Pulizia dei binari nel plastico ferroviario

 

L'estate sta finendo. Le giornate si accorciano e adagio adagio torniamo a occuparci del nostro plastico che eventualmente non è più stato utilizzato per un periodo più o meno lungo.

Umidità, caldo, polvere, ossido e magari residui della stagione precedente si sono depositati sui binari e causano problemi di contatto.

Con incrostazioni importanti la tentazione è di ricorrere alla carta vetrata e dare una bella lisciata alla superficie di scorrimento... resistete alla tentazione!

Alcuni binari hanno un trattamento di superficie che verrebbe irrimediabilmente danneggiato. In generale, comunque, l'utilizzo di carta vetrata lascia graffi e solchi che riducono la superficie di contatto e provocano micro scintille e di conseguenza depositi di materiale bruciato compromettendo ulteriormente la qualità del contatto.

Esistono per contro molti ottimi sistemi:

  • spruzzare dello spray per contatti (ad esempio WD40) su di uno straccio di cotone e sfregarlo sul binario, avendo poi cura di ripulire bene il binario dalla patina oleosa. Mai spruzzare lo spray direttamente sui binari!

  • Spray sgrassanti da cucina: rimuovono pressoché ogni cosa. Vanno spruzzati su un panno e il panno passato sui binari. Ha i lpregio di non lasciare residui oleosi al contrario dei vari spray per contatti come WD40.

  • Utilizzare le apposite gomme abrasive (ad esempio Noch 60140) che non sono troppo aggressive

  • Per le superfici particolarmente incrostate, è meglio utilizzare dei disci lucidanti su dei trapani tipo Proxxon. La superficie non viene graffiata o compromessa, bisogna però fare attenzione a non danneggiare la massicciata.

  • Fate sempre circolare un convoglio equipaggiato di un vagone di pulizia (Roco Clean per H0, Fleischmann per scala N) oppure con un vagone equipaggiato con i feltrelli Noch (60157 per scala H0, 60158 per scala N e 60159 per scala TT). Vi assicuro che questi feltrelli sono estremamente efficaci per la pulizia dei binari, anche se a prima vista non sembrano.

  • Scegliete per questo convoglio la locomotiva che da meno problemi di contatto. Due o tre passate sul plastico e vi accorgerete della differenza.

Per la polvere sul plastico sono particolarmente adatti i piccoli aspiratori ad accumulatore (col vantaggio che in caso di aspirazione di elementi che non andavano aspirati non devo rovistare in un sacco da 3 litri in mezzo alla polvere, ai peli del cane e del gatto, ecc.). L'aria compressa, invece, manda in giro la polvere che si depositerà da un'altra parte... (oltre a poter far danni).

E dopo la pulizia, la cura dei deviatoi. Provateli uno dopo l'altro, puliteli da polvere e ossido e all'occorrenza lubrificateli (ottimo a questo scopo i dry Fluyd citati nell'articolo sulla manutenzione delle locomotive). Anche qui piano con l'olio. L'olio tende a impastarsi con la polvere.

Come sempre, potete trovare i vari prodotti da me in negozio.